“Io esisto”: il grido libero dell’Uildm

1° concorso nazionale di poesia “IO ESISTO”, tema: la disabilità.

OTTAVIANO (Roberto Sica) – Io esisto. E’ il grido dell’UILDM di Ottaviano. Si è concluso con un grande successo il 1° concorso nazionale di poesia “IO ESISTO”, tema: la disabilità. La manifestazione, che è stata organizzata dalla U.I.L.D.M (Unione italiana lotta alla distrofia muscolare) Sez. di Ottaviano (Na), ha riscosso grande partecipazione in tutta Italia con un inaspettato successo di pubblico. Ben 150 poesie sono arrivate da tutta Italia per contendersi la vittoria del concorso, gratuito ed  aperto a tutti coloro che amano la poesia ma (visto il tema trattato) soprattutto a persone con disabilità che usano l’espressione poetica come traino per dar voce ai loro pensieri. Le 150 poesie sono state valutate dalla giuria composta dal Presidente poeta Alfonso Severino, il coordinatore, Francesco Gravetti de “Il Mattino”, la giornalista Amalia Di Palma, de “Il Mattino”, Paola Castiglia di Ottavianesi.it, Antonio Averaimo, del Gazzettino Vesuviano .  Presente anche la psicologa Cira Solimene, direttore nazionale dell’Uildm. La giuria, presieduta dal poeta Alfonso Severino,  ha selezionato  cinquanta poesie che sono state così premiate: 1° classificato: Grazia Frisino, di Pistoia, che si è aggiudicata il concorso con una poesia senza titolo, ma che che ha “espresso sentimenti reali ed una lirica di denunziata pronunzia”, queste le motivazioni espresse dalla giuria. La prima classificata, che non è potuta essere presente alla manifestazione, si è aggiudicata una  targa più una penna Parker. Al secondo posto, premiato con una targa ed una penna, si è classificato Luca Nicastro, con la poesia “I Giorni della Notte”. Terzo posto e targa, per Vladimir Gestini con la poesia Gerundio Mai. Quarto posto per Mena Prisco, con la poesia Accussì, recitata egregiamente dal poeta Salvatore Esposito. Quinta posizione per Augusto Picci di Cagliari. Tutti gli altri partecipanti, sono stati premiati con un attestato di partecipazione. Grande soddisfazione è stata espressa dal preside dell’associazione Francesco Prisco, che insieme a Maria Ronzino hanno organizzato la manifestazione. “Il nostro Obiettivo era quello di far venire fuori i disabili, far muovere e dire “Io esisto”, ci sono. Grazie per le 150 poesie, ddalle quali viene fuori un grande senso di libertà e di voglia di vivere, e la rabbia dei parenti, spesso lasciati soli dalle istituzioni. Soddisfatto anche il presidente di giuria Alfonso Severino:” Questo risultato ci lusinga, avevamo iniziato per scherzo, e invece abbiamo avuto una grande partecipazione in tutta Italia.Ho trasmesso un grande entusiasmo per la poesia e questo mi fa piacere. Con la giuria abbiamo fatto un grande lavoro, abbiamo cercato di raccogliere ed interpretare le sensazioni dei partecipanti. E’ stata una grande vittoria per tutti.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...