Traffico di monete false. Scatta l’allarme.

di Roberto Sica –

Monete false a Napoli e in provincia: scatta l’allarme. Citta e provincia invase da una pioggia di euro contraffatti. Una valanga di monete fasulle da 50 centesimi, uno e due euro, immesse sul mercato e simili alle originali. Decine di segnalazioni arrivano dalla zona di centrale di Napoli per un fenomeno che si sta diffondendo a macchia d’olio anche in provincia. Afragola, Giugliano, Castellammare, Torre Annunziata. Un traffico avviato già da qualche anno che non si ferma nonostante le indagini avviate dalla Procura della Repubblica e dai numerosi sequestri effettuati dalla Guardia di Finanza.  Monete che  sembrano perfette, anche se con un po’ di attenzione ci vuole poco per riconoscerle. Basta soffermarsi sulla facciata della moneta per  notare che i contorni dell’Europa stilizzata non risultano delineati. Mancano le isole Baleari mentre la penisola scandinava ha una forma anomala . In particolare, per le monete da due euro, sulla parte laterale mancano le incisioni delle stelle e dei 2, diritti e capovolti. Non tutti però riescono a far caso a questi dettagli, anche perché le monete  in genere vengono messe in tasca con fretta senza essere controllate. Altri sistemi per riconoscere le originali da quelle false riguarderebbero il peso e la sonorità della moneta.  Sul sito dei Carabinieri per agevolare il riconoscimento delle monete di euro da parte dei cittadini  e per ostacolarne la falsificazione, ci sono delle indicazioni preziose per capire quali sono quelle originali. Ogni moneta infatti è caratterizzata da un diverso bordo, peso, diametro, spessore e materiale.  Le zigrinature laterali rendono le monete riconoscibili anche dai non vedenti

Il fenomeno riguarda soprattutto gli esercizi commerciali e in particolare i centri commerciali e i supermercati e addirittura alcune segnalazioni riguardano anche i distributori automatici.

Proseguono intanto i controlli della guardia di Finanza e le misure adottate dalle autorità hanno permesso di raggiungere risultati evidenti. Intanto il Codacons, da tempo ha proposto di trasformare la  moneta da 2 euro in una banconota. Si andrebbe così a ridurre la possibilità di contraffazione e verrebbe elevato il valore del 2 euro, richiamando così alla memoria le tanto “amate “ banconote da mille e duemila lire che ormai sono solo un ricordo lontano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...